Spiegare un blog

Luca chiama in causa la Blogosfera, o meglio, alcuni blogger italiani. Ma l’invito è rivolto a tutti.

E quale post migliore per festeggiare il 100esimo post in questo blog se non questo? Okey okey: sono anche in partenza per la Thailandia 😀

Luca scrive:

Mi piacerebbe leggere come spiegherebbero il blog, partendo dalla propria esperienza, nuovi e vecchi blogger come Francesco, Stefano, Davide, Lele, Luciano, Andrea, Andrea, Filippo, Tommaso, Francesco, Karim, Miriam, Mauro, Andrea, Marco, Matteo, Matteo, Michele, Filippo, Antonio, Luca, Luca, Luca, Marco, Pierluigi, Riccardo, Stefano, Giorgio, Stefano, Marina, Marica, Mary, Cristian, Emanuele.

Luca, ma dopo qualche settimana lo fai un post con la raccolta delle risposte? 🙂

Okey, ti offro la mia che forse è unica 🙂

Faccio fatica a fare il blogger di professione, è dura. Non mi piace avere tempi da rispettare e modi, fare la gara ad arrivare primo su una news, ad esempio.

Ovvio, questa è una parte di blogosfera. La faccio con WmTools.

Ma secondo me il blogger che tira il meglio di se stesso lo fa per passione. Perchè qualcosa ama.

Io amo il Web, la condivisione. Ho condiviso guide ed articoli ed ho fondato il Forum GT, l’attività che attualmente mi porta più tempo via (e quella che porta meno soldi :D)

Il Forum GT è quello che faccio, che amo. Aiutare le persone, diffondere una giusta mentalità web. Studiare Seo e Sem. E diffondere quello che ho appreso.

Avrei potuto fare un blog per webmaster o forse in moltissimi da me si sarebbero aspettati un Blog Seo. Forse, era la cosa più logica. Forse, anche per la mia immagine, avere un blog su questo argomento era la cosa migliore. Ma non la sento mia. Se dovessi farlo, lo farei multi autore.

Io Luca (e tutti gli altri) ho aperto questo blog per raccontare le mie esperienze e viaggi in Thailandia. L’ho fatto per due motivi:

– il fondamentale, quello che mi ha spinto più di tutti. E’ un periodo della mia vita, la Thailandia (si si è una Nazione, anzi Regno), molto speciale. Sto vivendo delle emozioni particolari. Ho voluto quindi congelare questo momento (che spero duri il più a lungo possibile) in questo blog.
L’ho fatto non per gli altri, ma per me stesso.

Sentivo proprio il bisogno di avere un luogo dove mettere tutto quello che stavo provando (e che sto provando), perchè è talmente magico che un giorno vorrei che non fosse come un sogno, come un ricordo sbiadito. Se un giorno dovessi raccontare a me stesso che la Thailandia in realtà è stata solo un viaggio mentale che mi sono fatto e che ho fatto un sogno, ecco Luca, ho il ricordo più bello qui, in un blog. Lo leggo e mi ricordo che quelle cose le ho scritte io. Ma che non ero solo. A quelle cose ci sono state delle risposte.

– l’altro motivo. L’ho fatto perchè non c’entra niente con il mio lavoro e quindi scrivo, concedendomi una pausa mentale 🙂

Alla domanda, “Giorgio, come spiegheresti il blog?”

Io direi…dipende a chi lo dovrei spiegare. Ai miei utenti che mi leggono per la Thailandia? O ai Seo? 😀

Ma se questa risposta la dovessi dare alla massa dire: il Blog è la tua stanza che fa parte di un condominio dove ogni cittadino del mondo ha la possibilità di averla.

In quella stanza, puoi fare quello che vuoi tu. Poi ti tocca andare nelle altre stanze a vedere cosa fanno gli altri.

Ma una cosa ricorda sempre. Nella tua stanza mettici passione, perchè è quella che fa la differenza in un Blogger.

Ragazzi che mi leggete e che non avete un blog. Apritelo. Parlateci delle vostre passioni e raccontiamo a questo mondo tutto quello che abbiamo bisogno di raccontare.

Comunichiamo. Abbiamo la possibilità di farlo con tutto il mondo.

Anni addietro si facevano viaggi di anni per incontrare il Re dello Stato confinante. Oggi posso comunicare a tutti i cittadini in un secondo.

Comunichiamo, è questo che farà crescere tutti.

Non ho contato le battute Luca, neanche rileggo cosa ho scritto e se ho fatto Orrori.

E’ bello così, spontaneo, come un Blog 🙂


Tags:

Non perderti gli altri articoli di questo blog, sottoscrivi il Feed RSS. Seguimi su Twitter e FriendFeed.
Da Febbraio 2009 ad oggi: 1.408 views | Lascia un commento | RSS dei commenti | TrackBack URL

Dai uno sguardo in basso, hai molte opzioni per interagire, discutere e condividere questo articolo.

Segnalalo via Email Segnalalo via Email Print This Post Print This Post

5 Comments »

  1. Vote -1 Vote +1Luca Conti
    ha detto:

    Ti dico di più Giorgio. Farò un articolo per il numero di Nòva in uscita giovedì della prossima settimana 🙂

    RispondiRispondi
  2. Vote -1 Vote +1Cigolo
    ha detto:

    Ciao Giorgio. Ho appena aperto un mio blog e sto cercando di capire come aumentarne la visibilità (adesso pressochè nulla) sui principali motori di ricerca.
    Sto leggendo la tua guida e mi sembra molto utile.
    In particolare mi dici che è molto importante la link popularity: sapersi quindi farsi linkare.
    Ma valgono anche i commenti negli altri blog?
    Per esempio, se adesso scrivo la url del mio blog in questo commento (http://web-working.blogspot.com) Google dà importanza a questo link oppure lo ignora?

    RispondiRispondi
  3. Vote -1 Vote +1Giorgiotave
    ha detto:

    Bello davvero Luca 🙂

    Cigolo, chiedi qui http://www.giorgiotave.it/forum/

    🙂

    RispondiRispondi
  4. Vote -1 Vote +1tato
    ha detto:

    Il mio blog,diario di un esattore,vuole o cerca di raccontare una storia tutta italiana che sta durando davvero tanto.E visto che ci siamo avvicinando presto a centenza (forse maggio) cerco di farlo conoscere perchè molti non conoscono tante verità.E inoltre per facilitare la lettura,non essendo uno scrittore provetto sto riassumendo il tutto per facilitare e velocizzare “l’apprendimento” Grazie e AUGURI A TUTTI

    RispondiRispondi

Trackbacks/Pingbacks

  1. Vote -1 Vote +1Blog: chi è costui? at Il blog di uno qualsiasi

Leave a comment