- Giorgio Taverniti Blog - https://blog.giorgiotave.it -

Sharm El Sheikh – le foto di Elena

Ed ecco il racconto e le foto di Elena che è stata in Egitto a Sharm El Sheikh.

Egitto [1]

Lei gestisce due siti: uno di offerte viaggi e vacanze [2] e l’altro con una serie di hotel a Firenze [3].

Eccovi la sua mail….buona lettura

Fare un racconto di viaggio su sharm el sheikh è quasi una presa di giro..
una vacanza in un villaggio all inclusive non è propriamente quello che definirei un viaggio!

Pero’ credo che qualche volta si ha bisogno anche di una semplice vacanza relax. senza doversi preoccupare di quale città visitare o quale monumento-museo-attrazione ci aspetta.

Con questa necessità di spegnimento del cervello e in occasione del mio 31 compleanno mi sono regalata un bel viaggetto sul mar rosso.

Indecisa fra sharm el sheikh e marsa alam (la seconda ha una barriera corallina di molto superiore) mi sono trovata a scegliere la più famosa meta sul mar rosso, per 2 motivi:
– meno vento
– località più adatta a un gruppo di amici (marsa alam è davvero tranquillo, tipico posto da coppie: fuori dal villaggio non esiste altro che il deserto)

Pero’ pur andando a sharm ho cercato la struttura nella zona dove c’è ancora qualche corallo.
essendo la 3 volta che ci vado, un po’ la zona la comincio a conoscere. purtroppo a distanza di meno di 10 anni ho notato lo scempio e la devastazione sia via terra che via mare.

Naama Bay è diventata una sorta di Las Vegas piena di discoteche, casino’, locali e negozi di souvenir e il mare ormai è come a Rimini. Ricordo quando era poco più di una strada dissestata con 2 negozietti ai lati..

Per fortuna nella zona di Sharm ci sono aree in cui è ancora possibile immergersi e ammirare i famosi fondali. una di queste si chiama Ras Om Sid (anche Ras Umm sid). Alcuni dei più nuovi villaggi sono li posizionati.
Come il villaggio Maristyle Golden Sharm e il suo gemello Aloha entrambi un’ottima scelta:
dalla spiaggia tramite un comodo pontile, si entra direttamente sulla barriera piena di pesci e coralli.

Certo per chi non sa nuotare puo’ essere un po’ traumatizzante perchè l’acqua è subito alta 10-12 metri ma almeno si ha l’idea del perchè sia tanto rinomato lo snorkelling in questa zona e poi si prende dimestichezza rapidamente.

Se si preferisce un’entrata in mare più graduale c’è sempre Shark bay una piccola baietta raggiungibile in 10 minuti via navetta o taxi, che permette di arrivare alla barriera dalla spiaggia, tramite un corridoio di sabbia. I fondali non sono male e si puo’ davvero avvistare qualche minuscolo squaletto (come è capitato a me)

Certo se si vuole vedere davvero i coralli più belli, è obbligatoria un’escursione al parco marino di Ras Mohammed. L’avevo già fatta 2 anni fa con il tour operator Settemari, ma stavolta ho deciso di farla con il diving center e in effetti è stata migliore. Una barca più piccola, più agile che riesce ad accostarsi meglio alle baiette frastagliate del parco. Meno persone e quasi tutti sub.. veri amanti del mare! i pesci sono i soliti: pappagallo, chirurgo, farfalla, balestra… ma i coralli sono fantastici, unici, coloratissimi. se devo paragonare il mare delle Maldive e quello del Mar Rosso dico che a livello di fauna le Maldive sono superiori (tartarughe, squali, mante..) ma i coralli che lì sono morti per via del nino.. in Egitto sono davvero belli.

Peccato che durerà ancora per poco. ho assistito a scene terribili: russi che camminano indisturbati con le pinne sulla barriera corallina. acqua scooter, motoscafi con paracaduti, banana boat.. tutte cose che poco si sposano con la tutela dell’ambiente marino.

Oltre al mare, le altre cose che ci si ritrova – ahimè – a fare sono lo shopping e le escursioni nel deserto. Sono entrambe attività prettamente da turismo di massa, ma se uno va in questi posti lo deve mettere in conto. Comunque se proprio uno si deve dedicare all’acquisto selvaggio ( e soprattutto di marche contraffatte tipo le nike silver e le borse luis vitton) consiglio la vecchia Sharm (ancora meglio Dahab ma è molto lontana) Avverto subito che se volete acquistare qualcosa mettetevi l’anima in pace, la contrattazione non durerà mai meno di 30-40 minuti. e anche li si sono adeguati all’euro.

Riguardo alle escursioni nel deserto si può scegliere fra motorata (con i quad) o cammellata.
quale sia la scelta, si rivela pessima.. altro che deserto! ci si ritrova in mezzo a colonne infinite rumorose di altre moto e alla fine ti portano in una finta tenda beduina a consumare una bottiglietta d’acqua a 1.50 €!!

Pero’ certo che la mezzaluna capovolta (in orizzontale anzichè in verticale!) con l’alone bianco intorno.. è proprio bella, anche se hai gli occhi pieni di polvere e sabbia 🙂

Insomma alla fin fine sono stata bene, ci sarebbero ancora tantissime cose da raccontare: il sole sulla pelle, il blu del reef, le serate dell’animazione che per una volta mi sono piaciute, e le persone conosciute cosi diverse da te.. che ti fanno capire quanto la loro vita sia diversa dalla tua e quante strade siano possibili. Viaggiare serve sempre, apre la mente, ti fa rivalutare tutto con altri occhi.

Peccato dover tornare!!!

———————————————

Ecco le foto:

Egitto [4] Egitto [5] Egitto [6]

Egitto [7] Egitto [8] Egitto [9]

Quindi Auguri per il tuo 31° Compleanno, complimenti non li dimostri per niente 🙂

Un saluto ad Elena che è tornata in Italia ed un invito a tutti voi ad inviare foto e racconti dei vostri viaggi che pubblicherò qua 🙂